HO VISTO TRENTA LUPI E SONO ANCORA VIVO


  • HO VISTO TRENTA LUPI E SONO ANCORA VIVO - -1
  • HO VISTO TRENTA LUPI E SONO ANCORA VIVO - 1
  • HO VISTO TRENTA LUPI E SONO ANCORA VIVO - 2
domenica 31 marzo | ORE 21:00 PRESEZZO Sala Polifunzionale c/o Oratorio piazza Papa Giovanni XXIII
ingresso libero

COME FOTOGRAFARE LUPI IN MODO ETICO

Consigli, storie, oggetti

Incontro con Paolo Rossi, genovese, da anni fotografo di lupi nelle valli del centro Italia e, seguendo la loro transumanza, della Liguria, del Piemonte e della Lombardia. Dal 2010 ad oggi ha documentato fotograficamente il ritorno e l’espansione naturale del lupo sull’Appennino Ligure (Beigua, Val d’Aveto e Val Trebbia) e sulle Alpi Cuneesi. Le sue foto sono diventate libri e spunti per cortometraggi. “Ogni mia foto dedicata agli animali selvatici - racconta - è frutto di ricerca, studio e lunghe attese. Nessuna foto quindi, è stata scattata da capanni con annessi carnai o esche di qualsiasi genere per attirare animali.”

 

Nato a Genova nel 1983, Paolo Rossi si è diplomato in agraria con la tesina Il ritorno del lupo sull’Appennino Ligure. Nel 2017 ha realizzato il suo primo libro fotografico Lupi Estremi e ha ideato il primo cortometraggio sul tema rewilding intitolato Vacche Ribelli. Nello stesso anno, è stato intervistato dalla BBC sul canale Outlook World Service, il suo racconto è intitolato The magic moment of a wolf sighting. A inizio 2018 è uscito il suo secondo libro fotografico sui lupi, INCIVILI (con Mattia Parodi). Attualmente sta lavorando al suo secondo cortometraggio, La vendetta del lupo monco (2019).