FEDELI ALLA LINEA. IL MONDO RACCONTATO DAL GRAPHIC JOURNALISM


  • FEDELI ALLA LINEA. IL MONDO RACCONTATO DAL GRAPHIC JOURNALISM - -1
  • FEDELI ALLA LINEA. IL MONDO RACCONTATO DAL GRAPHIC JOURNALISM - 1
  • FEDELI ALLA LINEA. IL MONDO RACCONTATO DAL GRAPHIC JOURNALISM - 2
  • FEDELI ALLA LINEA. IL MONDO RACCONTATO DAL GRAPHIC JOURNALISM - 3
  • FEDELI ALLA LINEA. IL MONDO RACCONTATO DAL GRAPHIC JOURNALISM - 4
domenica 14 aprile | ORE 17:30 COLOGNO AL SERIO - Sala del Consiglio Comunale c/o Municipio via Rocca 1
ingresso libero

Sembra che tutto passi, senza lasciare neanche una traccia. E per non perdersi nel bosco del passato prossimo, che è anche artefice del nostro futuro, Gianluca Costantini traccia linee che raccontano il reale. Si tratta di graphic journalism, che spazia dal reportage all’articolo di commento su argomenti nazionali e internazionali. Dalla Zanzara zika a Putin, dall’ascesa dei grillini a Parma agli attentatori di Charlie Hebdo, la matita di Costantini cartografa, in modo puntuale e senza interferenze, gli eventi. Pubblicate su riviste internazionali, quotidiani, blog, condivise dagli attivisti per i diritti umani, le storie del disegnatore e attivista ci permettono di ricomporre un mosaico frantumato, rimanendo appunto “fedeli alla linea”.

 

Gianluca Costantini è un artista attivista che da anni combatte le sue battaglie attraverso il disegno. Censurato sul web dal governo turco, ha indignato molti lettori francesi per un breve fumetto sulla storia dei terroristi di Charlie Hebdo. Collabora con ActionAid, Amnesty, Cesvi, ARCI e Oxfam. I suoi disegni sono diventati il racconto del HRW Film Festival di Londra, del FIFDH Festival dei diritti umani di Ginevra, Del Festival dei Diritti umani di Milano e del Festival di Internazionale a Ferrara. Ha Pubblicato storie a fumetti su Internazionale, Pagina99, Narcoma e, D la Repubblica e Corriere della Sera in Italia e su testate in Turchia, Francia, Stati Uniti.